Categorie
Istituzioni laicità

crocifisso nell’Aula consiliare di Palazzo Lascaris

Comunicato stampa dell’Associazione ARTICOLO ZERO Coordinamento per la laicità
Dopo quasi un anno di silenzio, ecco la realizzazione dell’atto formale del dicembre 2019: il crocifisso è entrato nella sala del Consiglio regionale del Piemonte.
In un momento così particolarmente difficile per la storia del nostro territorio e del nostro Paese, tale gesto strumentalmente di pace, riporta pesantemente in dietro la storia della laicità italiana.

Categorie
Istituzioni

Piemonte, affisso crocifisso in Consiglio regionale

di Claudio Geymonat Tratto da Riforma.it
23 ottobre 2020

A quasi un anno dal voto sul tema, ieri collocato in aula il simbolo donato dall’arcivescovo di Torino. La posizione contraria della Tavola valdese e della Chiesa valdese di Torino

Categorie
Istituzioni

Un attacco ai valori della laicità

Fonte: Agenzia Vista. Parigi, 17 ottobre 2020 Professore decapitato a Parigi, Macron: “Stasera voglio dire a tutti gli insegnanti di Francia che siamo con loro, che la nazione intera è al loro fianco oggi come domani per proteggerli, difenderli e per permettergli di fare il loro mestiere che è crescere dei cittadini liberi. Non è un caso che stasera sia un insegnante che questo terrorista ha ucciso perché ha voluto colpire la Repubblica, la luce, la possibilità di fare dei nostri figli dei cittadini liberi che credano o no o di qualsiasi religione siano. Questa è la nostra battaglia.” Così il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha commentato la notizia dell’uccisione di un professore nella periferia di Parigi, definendolo vittima di un attacco terroristico islamico

Categorie
Istituzioni

La nomina di Vincenzo Paglia da parte del ministro Speranza è un obbrobrio

di Paolo Flores d’Arcais
Tratto da Micromega

La nomina di Vincenzo Paglia a presidente della “Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana”, decisa dal ministro della sanità Roberto Speranza, è un obbrobrio.

Il comunicato governativo parla di “monsignor” Vincenzo Paglia, per ignoranza o per furbo minimalismo. Il titolo che spetta a Vincenzo Paglia è infatti quello di S.E.R., cioè Sua Eccellenza Reverendissima, in quanto Vincenzo Paglia è Arcivescovo. Bastava compulsare l’annuario pontificio. S.E.R. Vincenzo Paglia non è solo il Gran cancelliere del Pontificio Istituto Teologico per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, è soprattutto il Presidente della Pontificia Accademia per la vita. Gli incarichi che ha avuto e ha ne fanno, in termini secolari, uno dei più importanti ministri del governo del Papa.

Categorie
laicità

La scomparsa di Rossana Rossanda: un ricordo laico

di Enzo Marzo
Pubblicato su Critica Liberale

Più di venti anni fa, nel dicembre 1998. Nel teatro romano Brancaccio, in un raduno di laici tanto folto che così non l’ho mai più visto, si incontrarono coloro che avevano promosso e sottoscritto il “Manifesto laico” di “Critica liberale”. Fuori, intanto, si svolgeva un corteo di studenti venuti da tutt’Italia per protestare contro Luigi Berlinguer, il ministro della Pubblica istruzione più clericale che abbia conosciuto la nostra Repubblica. Alla presidenza sedevano anche Paolo Sylos Labini e Rossana Rossanda. Idealmente era presente pure Indro Montanelli. Non fu difficile riuscire far convivere dei liberali, una comunista e un conservatore. Non era mai avvenuto dai tempi del divorzio. Ma ciò significò che allora resisteva ancora uno straccio di ideali e di valori. Erano tutti personaggi che credevano fermamente nelle loro idee. Anche molto contrastanti tra di loro. Ma più forte d’ogni altro principio rimaneva quello della laicità dello Stato. Oggi proprio il venti settembre, con la scomparsa di Rossana Rossanda, si allarga un vuoto incolmabile.

Categorie
laicità

20 settembre 2020

150 anni
dalla Breccia di Porta Pia

LAICITA’ VO CERCANDO
Dalla Breccia di Porta Pia ad oggi, 150 anni di laicità incompiuta

20 settembre 2020 – ORE 18,00

Categorie
laicità

150 anni dalla breccia di Porta Pia

Sabato 19 settembre 2020 manifestazione con l’avv. Bruno Segre sotto l’obelisco di Piazza Savoia dalle ore 16 alle 17

Categorie
laicità

STORIE DI SANITÁ PUBBLICA E SANITÁ PRIVATA

Piazza della Repubblica Portineria di comunità
Martedi 14 luglio
ore19.30

Dialogo – Covid19: 100 di questi giorni?

Categorie
Vescovi

Derive liberticide o tutela dei diritti?

La Conferenza episcopale italiana si è espressa sul disegno di legge sull’omofobia che giace nei cassetti della Commissione giustizia del Senato dal 7 ottobre scorso, che è stato presentato dal deputato del Pd Alessandro Zan il 2 maggio 2018 e la cui votazione è prevista a luglio. La Cei ha detto che “un’eventuale introduzione di ulteriori norme incriminatrici rischierebbe di aprire a derive liberticide, per cui – più che sanzionare la discriminazione – si finirebbe col colpire l’espressione di una legittima opinione”.

Un simile pronunciamento è contrario ai principi della laicità o si tratta di semplice libertà di espressione da parte di una istituzione religiosa che, con ogni evidenza, non ha risolto nessuno dei suoi problemi rispetto alle questioni che riguardano il sesso?

Non credo che la risposta sia scontata, perché se così fosse dovremmo avere il coraggio di stigmatizzare ogni pronunciamento dei Vescovi sull’attività legislativa anche quando esso esprime contenuti molto più condivisibili, solidaristici o sociali.

La risposta è nel vento, ma per approfondire vi rimando all’articolo pubblicato da Jennifer Guerra su The Vision